Autore Topic: Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...  (Letto 6019 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale

http://www.edilportale.com/csmartnews/81291.asp

... mi sa che noi di Anab da un approccio di questo tipo siamo molto lontani... per fortuna!!!

Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #1 il: 14 Marzo 2012, 08:17:27 »
quod erat demonstrandum

 :P Dietmar

Offline Vincenzo La Manna

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 14
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #2 il: 16 Marzo 2012, 12:18:07 »
Mi pare che lo sapevamo!!!!!
E' necessario che l'ANAB si esprima chiaramente su determinate questioni (così come fatto in passato).
Attenzione ai nuovi contatti ed alle nuove strategie.
NON SIAMO CERTIFICATORI.
NON SIAMO SOLO PROFESSIONISTI.
SIAMO OLTRE

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #3 il: 17 Marzo 2012, 15:42:02 »
Quella di Leed fa peraltro il paio con Inbar, che presenta come sponsor ad uno dei suoi ultimi convegni una nota multinazionale produttrice di lana di vetro... cosa c'entra con un approccio ecologico?

E' vero che ormai per tutti vale l'equivoco RISPARMIO ENERGETICO=ECOLOGIA...

Poi naturalmente anche in Anab è importante mantenere un approccio coerente (e non sempre è scontato...) ma non c'è dubbio che stiamo proprio parlando di un'altro piano ....
Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #4 il: 17 Marzo 2012, 17:56:07 »
Non è il sistema leed ad essere sbagliato ma il suo utilisicuramente dei difettzzo e le sue interpretazioni. Il sistema leed, così come gli altri sistemi avrà sicuramente dei difetti ma può essere un sistema implementabili. Sta a noi proporre delle nuove visioni. Ricordiamoci che ci avevano cercato e noi non avevano risposto. Penso sia utile esserci e discutere di cosa proporre.
Ciao paolo

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #5 il: 17 Marzo 2012, 18:24:57 »
Il problema naturalmente non è questo o quel sistema, il problema è però il fatto che se l'uso di un isolante in polistirene viene accettato come misura di sostenibilità vuol dire che non ci siamo...

Poi io posso anche essere il primo a dire che in alcuni casi può comunque essere opportuno utilizzarlo, ma certo come misura di compromesso in situazioni in cui è il meno peggio che si può fare, ma che lo si usi come modalità per accrescere la propria valutazione ambientale, permettimi, non mi sta bene...

 ;D
Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #6 il: 19 Marzo 2012, 15:26:23 »
Il problema naturalmente non è questo o quel sistema, il problema è però il fatto che se l'uso di un isolante in polistirene viene accettato come misura di sostenibilità vuol dire che non ci siamo...

Poi io posso anche essere il primo a dire che in alcuni casi può comunque essere opportuno utilizzarlo, ma certo come misura di compromesso in situazioni in cui è il meno peggio che si può fare, ma che lo si usi come modalità per accrescere la propria valutazione ambientale, permettimi, non mi sta bene...

 ;D
Scusa ma non stanno in questi termini le cose.
Anche in SB100 c'è la possibilità di valutare un sistema costruttivo mediante l'utilizzo di polistirene come isolante. Il sistema in se non esclude la possibilità di una valutazione del progetto, chiaro che quella valutazione porterà ad ottenere punteggio negativo quando compilerò la parte riguardanti i materiali utilizzati e punteggio positivo (dato che magari proprio con il cappotto in polistirene ho ottenuto prestazioni energetiche rilevanti) quando compilerò la parte riguardante le prestazioni energetiche.
Quindi questo non vuol dire che SB100 premia l'uso del polistirene solamente che da una parte otterrò dei vantaggi e degli svantaggi da altre parti.
Stessa cosa con Leed. Che poi ora ci sia la corsa a pubblicizzare i prodotti (vedi polistireni) come in grado di ottenere elevati punteggi questa è solamente una questione pubblicitaria (che però Leed utilizza marciandoci sopra alla grande... (sia chiaro che non voglio minimamente giustificare l'atteggiamento)
Il polistirene anche in Leed prenderà punteggi elevati in alcune situazione e pochissimi punti (se non addirittura zero) nelle situazioni dove viene chiesta la naturalità dei materiali.
Per questo dico che un sistema non è nè cattivo e nè buono ma come sempre sta nella testa di chi lo usa saperne interpretare correttamente lo spirito.
Ciao Paolo

Offline Vincenzo La Manna

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 14
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #7 il: 19 Marzo 2012, 16:01:23 »
Qualche volta gli atteggiamenti intransigenti sono da preferire!!!!
Vero è che sta alla sensibilità ed alla cultura del progettista scegliere, ma non  è possibile tollerare la pubblicità!!!!
Se è così, approvo oggi, come allora, la scelta di stare lontani.

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #8 il: 19 Marzo 2012, 17:58:31 »
Qualche volta gli atteggiamenti intransigenti sono da preferire!!!!
Vero è che sta alla sensibilità ed alla cultura del progettista scegliere, ma non  è possibile tollerare la pubblicità!!!!
Se è così, approvo oggi, come allora, la scelta di stare lontani.
Io non sono mai daccordo di stare lontani...
Altrimenti ce la raccontiamo tra di noi...
Piuttosto esserci e condizionare. Il nostro scopo è quello di educare e quindi per educare serve tempo e costanza. Preferisco i piccoli passi verso una meta.
Purtroppo dobbiamo anche saper dare risposta economica al notevole costo inferiore del petrolchimico rispetto al materiale naturale.
Difficilissima sfida.
La paglia è una grande possibilità nel dimostrare che questa cosa è fattibile e possibile.
Ciao Paolo

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #9 il: 19 Marzo 2012, 17:59:59 »
Qualche volta gli atteggiamenti intransigenti sono da preferire!!!!
Vero è che sta alla sensibilità ed alla cultura del progettista scegliere, ma non  è possibile tollerare la pubblicità!!!!
Se è così, approvo oggi, come allora, la scelta di stare lontani.

PS: dovremmo stare anche lontani da Legambiente dato che ha premiato la fibra vetro come prodotto amico per l'ambiente.
Paolo

Offline spirab

  • Delegato ANAB
  • Advanced member
  • *****
  • Post: 86
  • Sesso: Femmina
Re:Certo che se la sostenibilità secondo Leed è questa ...
« Risposta #10 il: 20 Marzo 2012, 12:38:20 »
io sono d'accordo con Boni.. starne fuori vuol dire dimostrarsi immaturi e far morire ANAB che come tutti vive di risorse altrui.. biosgna cercare di mantenersi nel mercato mantenendo fermi certi punti ma non per questo spunatndo nel piatto dove si mangia. UN modo è studiare e vedere cosa si fa da altre partei del mondo cosa succede e riproporlo qui in Italia per fare vedere che SI PUO' FARE. E con questo vi invito a leggere l'editoriale che sto scrivendo per il prossimo numero estivo di DOUMUS AUREA che parla di BIOEDILIZIA ed ECONOMIA Buona primavera  ;D