Autore Topic: parete radiante zona spa.....e Anab  (Letto 10165 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline mrcsantini

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 18
parete radiante zona spa.....e Anab
« il: 15 Gennaio 2012, 16:25:52 »
Ciao, dopo il tema "cappotto&chiodi", ancora dubbi da neofita del riscaldamento a parete...
Vorrei prevedere il radiante a parete in un bagno/spa ed in particolare sulle pareti che delimitano la zona della vasca (vasca tonda 1.7m d diametro),
esposte a Nord. I sistemi + "commerciali" a cui pensavo sono l'Ecowall della Eurotherm, che prevede tubi da 12mm in polietilene su pannelli Celenit e intonaco di 25-30mm, e il sistema con tubo in rame tipo Sanco Radiant.
Prima di chiedere dei preventivi stavo pensando alla finitura finale: mi piacerebbe montare del mosaico ceramico con tessere 1x1cm, ma non so che effetto può avere il riscaldamento sotto-intonaco sulla tenuta della colla e vorrei evitare una "doccia" di tessere dopo la messa a regime dell'impianto... Avete esperienze a riguardo? in alternativa che finitura avete sperimentato sull'intocaco di calce in un ambiente come questo con forte presenza di vapore?
ho visto gli intonaci Yosima distribuiti da Holzer, bellissimi ma non abbordabili economicamente per questo intervento...

Grazie e buon lavoro!
p.s. lunedì non riuscirò ad essere a Milano per l'assemblea ANAB, però visto che il risanamento è un topic molto gettonato, qualcuno potrebbe promuovere
un corso intensivo sui temi del recupero energetico negli interventi di ristrutturazione, con casi e soluzioni che alcuni dei nostri colleghi con più esperienza hanno incontrato e risolto?
Purtroppo c'è un proliferare di corsi sponsorizzati più o meno velatamente da aziende che riescono a spacciare anche il polysio come materiale "eco",
mentre, a parte i corsi della Naturaliabau, scarseggiano seminari di approfondimento sull'utilizzo di tecniche veramente bio. Credo che sarebbe anche un'ottima via sia per l'autofinanziamento dell'associazione che per ridare visibilità e autorevolezza alla stessa.
marco

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #1 il: 16 Gennaio 2012, 18:07:07 »
Ciao Marco

se monti il mosaico non ti devi preoccupare per la presenza del vapore se oltre alla tua paretina con riscaldamento incorporato "regali" delle superfici ad argilla (meglio) o calce naturale (un po meno indicato, ma sempre valido)  per esempio in soffitto, che ti faranno da "spugna".

In casi "estremi" ho anche applicato il sistema di cappotto interno con i pannelli di vetro cellulare (Foamglas), che ti creano un isolamento a vapore perfetto (occhio ai costi). Un pò meno indicato in quel caso la rasatura con il prodotto cementizio indicato dalla Foamglas, non del tutto bio, al quale segue riscaldamento e intonaco a calce o argilla (come sopra). Io adotto questo metodo sempre nei punti dove ho la doccia (piastrellata) a ridosso a un muro esterno (coibentato all´interno).

Per il riscaldamento preferisco il rame al tubo in polietilene (usando il sistema venduto da Holzer http://www.holzer.it/content.asp?L=1&idMen=153  la foto tutto a destra è un progetto mio..... o anche http://www.holzer.it/content.asp?Subc=346&L=1&idMen=167  il castello tutto con riscaldamento a muro e argilla).
Sanco Radiant non lo conosco (spulciando il depliant, non mi sembra molto studiato per il muro.... problemi di dilatazione per lunghezza dei tubi).

Occhio alla scelta della colla delle piastrelline.....ad atta a riscaldamento a pavimento/muro, che è la stessa problematica.

Ciao, Dietmar

Offline mrcsantini

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 18
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #2 il: 21 Gennaio 2012, 10:56:10 »
Grazie Dietmar!
proverò ad informarmi da Holzer sul loro sistema in rame e vediamo se ci sto dentro.

Buon lavoro.
m

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #3 il: 23 Gennaio 2012, 23:35:30 »
Vedrai è un ottimo sistema, e studiato nei ultimi particolari, non soltanto un tubo di rame buttato li seguendo "l´istinto" dell´idraulico.

Ciao




Offline mrcsantini

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 18
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #4 il: 24 Gennaio 2012, 23:38:04 »
Giovedì o sabato, blocchi permettendo, vado al Klimahouse di Bolzano e indago ;D!

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #5 il: 25 Gennaio 2012, 10:36:38 »
Giovedì o sabato, blocchi permettendo, vado al Klimahouse di Bolzano e indago ;D!
Io, se l'influenza me lo permette, faccio un salto Venerdì.
Qualcuno di voi è li venerdì?
Ciao Paolo

Offline Alfredo Venturi

  • Delegato ANAB
  • Full member
  • *****
  • Post: 33
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #6 il: 25 Gennaio 2012, 20:17:56 »
I'll be there on friday!!!! ciao e a Bolzano

Offline mrcsantini

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 18
Re:parete radiante zona spa....
« Risposta #7 il: 19 Marzo 2012, 19:05:13 »
ciao,
allora definito il cappotto interno; Pavadentro da 6cm su quasi tutte le pareti ad eccezione della zona spa dove farei un pannello Celenit da 4cm + riscaldamento a parete in rame e intonaco di calce. Mi rimane il dubbio per la parete ovest dove per aumentare lo sfasamento di almeno 4-5 ore pensavo di "raddopiare" il cappotto, abbinando un pannello di fibra di legno da 6cm con un pannello celenit da 4cm intonacato a calce. Non mi ricordo se l'ho detto, ma sono a Bologna, è zona E ma il sole ad ovest picchia lo stesso.
Potrei fare muro+rasatura/collante di calce+fibra di legno da 6cm+ telo freno vapore nastrato + Celenit da 4cm+intonaco di calce 15mm.
Però mi chiedo e Vi chiedo: se utilizzassi il Pavadentro che ha già una "struttura" che fa da freno, potrei evitare secondo voi il telo?
Oppure, se tra muto e celenit, utilizzassi un pannello con il lato interno impregnato in lattice? casino?
Mercoledì dovrei incrociare qualche uomo di naturalia a un seminario, vediamo se riesco a farmi tirare le orecchie....

grazie e buon lavoro a tutti!
marco

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:parete radiante zona spa....
« Risposta #8 il: 19 Marzo 2012, 22:28:23 »
.....
Potrei fare muro+rasatura/collante di calce+fibra di legno da 6cm+ telo freno vapore nastrato + Celenit da 4cm+intonaco di calce 15mm.
Però mi chiedo e Vi chiedo: se utilizzassi il Pavadentro che ha già una "struttura" che fa da freno, potrei evitare secondo voi il telo?
Oppure, se tra muto e celenit, utilizzassi un pannello con il lato interno impregnato in lattice? casino?.....

NIENTE freno a vapore nel cappotto interno. Ti crea un blocco anche per l´asciugatura del muro verso l´interno, che è piu presente di quanto i programmi lo calcolano. Particolarmente quando hai il calore radiante di irraggiamento del riscaldamento a muro o anche a pavimento e stufe a ole.

Ho studiato attentamente tutti i sistemi di cappotto interno dal dopoguerra in poi, in parte anche misurato nel laboratorio dell´università di Innsbruck dove abbiamo dedicato tanto tempo a sistemi di coibentazione (e questo 30 anni fa). Vi garantisco che come assistente li ne ho visto di tutti i colori e abbiamo fatto anche cernite molto chiare, anche se poi continuavano a circolare per i prossimi 30 anni come sistemi validi.
Ripeto sempre la stessa canzoncina: guardatevi intorno molto bene, la soluzione di come riscaldare e raffreddare in modo equilibrato (anche econonomicamente) è molto vicino a voi......e se questo non vi basta, leggete Vitruvio il passaggio della "distributio" dove parla della distribuzione idonea dei materiali su misura per l´utente finale individuale.

Ciao, Dietmar

Offline mrcsantini

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 18
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #9 il: 20 Marzo 2012, 09:42:49 »
Grazie Dietmar, chissà se Vitruvio si trova già come e_book  ;D, adesso me lo cerco...
In effetti tutti questi teli, per quanto traspiranti, sembrano dei veri e propri intrusi nell'involucro edilizio.

Allora il mio pacchetto può essere realizzato con un pannello in fibra di legno "normale" da 6cm, densità 130/140kg/mc più un pannello celenit da 4cm e l'intonaco.
I dubbi ora sono sulla posa, tra queste due soluzioni cosa mi consiglieresti?

Dopo aver reso igroscopico il muro  tramite picchiettatura o demolizione dell'intonaco esistente,
Soluz 1) faccio una rasatura di 7-8mm in argilla/calce come strato di contatto tra muro e fibra di legno, tassello la fibra e di seguito tassello il celenit in aderenza alla fibra di legno
quindi avrei una doppia tassellatura
o
Soluz 2) realizzo una listellatura in larice con montanti verticali da 6x6cm, poso i pannelli in fibra di legno tra i montanti e infine poso i pannelli celenit N/C (100x60) orizzontali avvitandoli o tassellandoli sugli stessi montanti.

Ciao, marco
p.s. altro che Wufi e Blower Door test.... aridatece Vitruvio!
"Distributio [....] una delle sei parti dell'architettura, riguardante l'uso sapiente di materiali e superfici, come pure una oculata parsimonia di spesa nel costruire"

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #10 il: 20 Marzo 2012, 19:27:23 »
Ciao Marco e altri curiosi

http://www.naturalia-bau.it/it/prodotti/parete/37-pavadentro.html

trovi un po di tutto sul cappotto interno.....anche come applicarlo.....per correttezza devo aggiungere, che ci sono ormai anche altri ad offrire il pannello di fibra di legno ad uso interno.

A dir la verità non capisco il doppio pannello pavadentro/celenit. Guarda che l´intonaco (applicato in modo giusto) non ha problemi di aggrapparsi al pavadentro, anche se ammetto che celenit è un ottimo portaintonachi (una volta usavamo solo lui e Heraklith austriaco non confondere con eraclit italiano) sempre ad´uso di cappotto interno con dei ottimi risultati (è un po delicato nei giunti, che si rivedono se non fai attenzione)

Dietmar

Offline mrcsantini

  • ANABgroup
  • Junior member
  • ***
  • Post: 18
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #11 il: 23 Marzo 2012, 08:55:09 »
Ciao Dietmar,
il doppio pannello era una premura in più per aumentare un pò la massa e lo sfasamento, in realtà complicava parecchio la posa...
Ieri ho avuto modo di parlare con Peter Erlacher che è sempre un piacere ascoltare! Mi ha suggerito anche lui di lasciare perdere il "sandwich" e applicare sul Pavadentro 2cm di intonaco di argilla come suggerivi anche tu del resto. Sinceramente ero perplesso
sul fatto che il pannello da 6cm riuscisse a portare un intonaco così spesso, pensavo si potesse fare solo la rasatura da 7/8mm,
invece mi ha detto che facendo un primo strato di spritz (?) non ci sono problemi.

Grazie per i feedback e buona giornata!
m

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:parete radiante zona spa.....e Anab
« Risposta #12 il: 24 Marzo 2012, 09:00:05 »
Questo è un intervento che ho fatto in un caso "disperato" con muro da 60 in pietra a ridosso al terreno (dove non si poteva intervenire) con 6cm Pavadentro e calce naturale (ma va benissimo anche con la terra cruda, ma visto l´utilizzo come locale da prova musicale per gli urti ho scelto la calce)......guarda la seconda foto dove vedi bene i vari strati della lavorazione. Al posto dello spritz di Peter Erlacher spesso è più consigliato la rasatura con la spatola dentat da 10mm o 8mm (dipende dallo spessore successivo di intonaco) .Il riscaldamento è elettrico con 150W/m2 che si attiva con timer e sensori di rilevamento temperatura dell´aria e della superficie intonacata. Attenzione li, ci sono pochi prodotti sul mercato che non hanno campo elettrico ma neanche magnetico (elettrosmog). Questo prodotto lo ha testato il mio amico elettricista di fiducia, esperto (e relatore) per i fenomeni di elettrosmog. I cavi sono doppi (andata e ritorno) e schermati.

Dietmar