Autore Topic: cappotto interno su muratura a sacco con umidita` di risalita  (Letto 11389 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline paolo molino

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
Buongiorno,

ho da poco comprato un casale in Umbria costituito da muratura a sacco di 50/60 cm, vorrei isolarlo ma posso intervenire solo dall` interno. Leggendo nel forum credo di aver trovato nel "metodo Dietmar" (fibra di legno + riscaldamento ad irraggiamento) la soluzione al mio problema, ma avrei dei dubbi a cui spero voi possiate far luce: i muri del  piano terra mostrano segni di umidita` di risalita, tenendo presente che faro` un drenaggio esterno su tutto il perimetro della casa e che solo recentemente le acque delle grondaie sono state allontanate dalla base della muratura, posso usare la fibra di legno direttamente a contatto con questa muratura o forse e` meglio usare dei pannelli in calcio silicato? ed ancora, se posso usare la fibra di legno, per livellare la parete devo usare un rinzaffo antisale o un comune rinzaffo alla cace puo` andar bene? inoltre ho letto che Dietmar mette un riscaldamento a parete per migliorare il tutto, posso io fare a meno del radiante a parete visto che il riscaldamento della casa sara` fornito da una stufa in muratura il cui giro fumi continua al piano superiore?

ringrazio tutti in anticipo per il vostro aiuto

Paolo

P.S.
non appena capisco come allegare foto lo faro`


Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:cappotto interno su muratura a sacco con umidita` di risalita
« Risposta #1 il: 29 Novembre 2011, 17:37:16 »
Buongiorno,

ho da poco comprato un casale in Umbria costituito da muratura a sacco di 50/60 cm, vorrei isolarlo ma posso intervenire solo dall` interno. Leggendo nel forum credo di aver trovato nel "metodo Dietmar" (fibra di legno + riscaldamento ad irraggiamento) la soluzione al mio problema, ma avrei dei dubbi a cui spero voi possiate far luce: i muri del  piano terra mostrano segni di umidita` di risalita, tenendo presente che faro` un drenaggio esterno su tutto il perimetro della casa e che solo recentemente le acque delle grondaie sono state allontanate dalla base della muratura, posso usare la fibra di legno direttamente a contatto con questa muratura o forse e` meglio usare dei pannelli in calcio silicato? ed ancora, se posso usare la fibra di legno, per livellare la parete devo usare un rinzaffo antisale o un comune rinzaffo alla cace puo` andar bene? inoltre ho letto che Dietmar mette un riscaldamento a parete per migliorare il tutto, posso io fare a meno del radiante a parete visto che il riscaldamento della casa sara` fornito da una stufa in muratura il cui giro fumi continua al piano superiore?

ringrazio tutti in anticipo per il vostro aiuto

Paolo

P.S.
non appena capisco come allegare foto lo faro`

La muratura a sacco data la grande importanza storica della sua tipologia andrebbe salvaguardata al meglio.
Prima di tutto l'umidità di risalita è dovuta quasi sicuramente alla muratura senza fondamenta che appoggia direttamente sul terreno e quindi per capillarità assorbe l'acqua presente nel terreno.
Dovresti adottare tecniche di restauro per vedere di ridurre la capillarità della parete.
Consiglio mio è sull'intero perimetro della muratura liberare il più possibile la muratura e tentare di arrivare alla base (occhio di non andare troppo profondo per eventuali problemi di futura statica. Normalmente non andavano oltre i 50 cm di profondità.
Liberata la muratura puliscila bene dall'intonaco e lasciala respirare
poi creati una canalina tutt'intorno alla casa in modo da lasciare sempre la muratura non a contatto del terreno. Questa canalina dovrà avere ogni tanto delle griglie di aereazione per far si che rimanga aereato il tutto. Naturalmente lasciando le griglie entrerà anche l'acqua ed allora farai in modo di mettere la canalina in pendenza verso l'esterno e portare sempre via l'acqua in fognatura o in pozzo sperdente.
Fatto questo esternamente dovrebbe funzionare e l'umidità di risalita dovrebbe trovare uno sbocco immediato.
Internamente la soluzione di Dietmar è ottima anche se non hai bisogno di riscaldamento a parete. Non utilizzerei fibra legno ma piuttosto sughero, oppure altra buonissima soluzione potrebbe essere quella  con intonaco in terra cruda misto a paglia. Chiaro che non isola tantissimo ma forse non è nemmeno un aspetto primario quello di un isolamento eccellente.
Anche con sughero andrei poi con calce o terra cruda (anche se qui è meglio chiedere a Dietmar dato che ha spesso detto che con il sughero ha avuto problemi d'aggrappaggio.
Calce mi raccomando assolutamente pura altrimenti fai dei danni alla muratura.
Per ora spero d'essere stato esaustivo altre problematiche chiedi pure.
Ciao Paolo B.

Offline paolo molino

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
Re:cappotto interno su muratura a sacco con umidita` di risalita
« Risposta #2 il: 29 Novembre 2011, 20:46:04 »
Ciao Paolo,

grazie per la velocissima risposta. Veramente anche io avevo pensato ad uno scannafosso, ma la zona e` sismica e non essendoci delle vere fondazioni forse si corrono dei rischi. forse se prima di riempire lo scavo del drenaggio accosto alle mura una membrana bugnata per far respirare il muro? cosa ne pensi, puo` andar bene lo stesso?

Paolo

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re:cappotto interno su muratura a sacco con umidita` di risalita
« Risposta #3 il: 30 Novembre 2011, 09:10:45 »
Ciao Paolo,

grazie per la velocissima risposta. Veramente anche io avevo pensato ad uno scannafosso, ma la zona e` sismica e non essendoci delle vere fondazioni forse si corrono dei rischi. forse se prima di riempire lo scavo del drenaggio accosto alle mura una membrana bugnata per far respirare il muro? cosa ne pensi, puo` andar bene lo stesso?

Paolo
Lascia perdere il bugnato basta solamente lasciare libero iil muro (addirittura se è intonacato scrostalo per la parte che rimane sotterranea e lascialo libero.
Il canale attorno non deve mica essere profondo, così ad occhio bastano 30/40 cm massimo.
Attenzione a fare in modo che il canale abbia pendenza verso l'esterno per evitare che si accumuli acqua a contatto con la muratura.
Inoltre non fargli entrare pluviali o altro per evitare di farlo diventare una canalina di scolo.
Con così poca profondità non crei nessun problema statico alla muratura, importante rimane evitare di andare oltre l'appoggio del muro sul terreno.
Ciao Paolo

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re:cappotto interno su muratura a sacco con umidita` di risalita
« Risposta #4 il: 04 Dicembre 2011, 01:50:45 »
Con tutti i Paoli.....forse c´è ancora spazio per un Dietmar, visto che mi avete anche citato con un "metodo Dietmar" e sinceramente quasi mi commuove leggerlo  :'(

Sinceramente non so cosa aggiungere a questa discussione.....tan te cose (dal mio punto di vista) son già dette in modo corretto. Vado d´accordo con il scannafosso descritto da Paolo Boni......forse si può migliorare la situazione anche con un bel tetto sporgente in modo di evitare il contatto con la pioggia...e poi chi si meraviglia ancora del muro bagnato, se l´acqua della grondaia buttava tutto nella vicinanza del muro esterno?

Alla tua domanda iniziale Paolo M.: io ho usato la fibra di legno anche in casi molto estremi di umidità, chiaramente lavorando con argilla e calce naturale e come puntino sull´I il riscaldamento a muro. Voglio vedere se un muro che si trova in equilibro non possa gestire quel poco di acqua al suo interno, quando il riscaldamento e del tipo d´irraggiamento, come tra l´altro anche il tuo sistema della stufa a muratura. Buona lei, anche se sarà più concentrata in una parte della casa e così meno uniforme come il riscaldamento a muro o pavimento, che ha il vantaggio della massa grande distribuita.
Il calcio silicato mi è meno simpatico, perchè l´intonaco  proposto dalle ditte fornitrici dei pannelli  mi è troppo sintetico, e forse anche meno "respirante" (anche se i muri non rispirano e meno che non quelle baite in legno tipo Blockhaus....modell o vecchio......e ricordo che alcuni muri del Castel Flavon da me restaurato, pur avendo 80cm di spessore "respiravano" troppo, perchè togliendo l´intonaco interno si aprivano minifessure che attraversavano tutto il muro.)
Se metti la stufa a muratura poi anche correggere qualche muro critico che è lontano dalla fonte di calore con una rete elettrica riscaldante nell´intonaco. Metodo molto economico e funzionale.
Per il rinzaffo basta la calce naturale normale (meno costosa).....la zona di contatto poi con i pannelli di fibra di legno la faccio sempro con uno strato di argilla grezza.....come ponte d´umidità tra i materiali sorbenti.
Spero che il tuo sistema di riscaldamento con "...giro fumi continua al piano superiore"....sia inteso canalizzato a modo dei vecchi romani. Altrimenti da noi in stanze con fumi vaganti non controllati ci mettiamo lo Speck e la salsiccia affumicata  ;D

Intanto, buona lettura
ci sentiamo nel forum

Dietmar
(appena tornato dalla Romania, dove vi assicuro i problemi in cantiere e nell`edilizia sono di tutt´altro colore)

Offline paolo molino

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
Re:cappotto interno su muratura a sacco con umidita` di risalita
« Risposta #5 il: 05 Dicembre 2011, 13:58:08 »
Grazie Dietmar per la tua risposta veramente molto chiara.
 
Spero per la nostra salute che il giro fumi verra`  fatto a dovere altrimenti finiamo tutti all`ospedale.

Un saluto a tutti

Paolo