Autore Topic: Casa passiva  (Letto 12044 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: Casa passiva
« Risposta #15 il: 02 Febbraio 2010, 11:59:08 »
Una motivazione pu? essere legata alla rivendibilit? futura?
Fra 10-15 anni costruire una casa Passiva potrebbe essere uno standard, quindi rivendere una classe B rispetto a una Gold potrebbe essere pi? difficoltoso e meno redditizio.
Ai posteri l'ardua sentenza :)

Purtroppo ? l'esatto contrario...
Tra 10 anni lo standard sar? la casa SOSTENIBILE e quindi la classe A non interesser? perch? le case dovranno dimostrare tutto il loro intero ciclo di vita.
Quindi il peso del risparmio energetico influir? solamente per un 20 % massimo.
Questo sta avvenendo in tutti gli stati europei all'avanguardia (tranne in italia)
Inoltre il protocollo di Kyoto definisce proprio questi parametri ed entro il 2021 si dovranno uniformare tutti (anche se ultimamente alcuni parametri li hanno resi meno restrittivi)
Per questo motivo Casaclima continua ad introdurre nuove tipologie di certificazione che prima non esistevano cominciando a tenere in considerazione l'energia inglobata all'interno dei materiali da costruzione, la salubrit? degli stessi, l'impatto ambientale sia dei materiali che dell'intero immobile, la gestione del fabbricato , il risparmio delle risorse tipo Acqua e materie prime, ecc. ecc.
Ciao Paolo

Offline Marco Rossi

  • ANABgroup
  • Advanced member
  • ***
  • Post: 108
Re: Casa passiva
« Risposta #16 il: 03 Febbraio 2010, 09:29:55 »
Scusate, ma sbaglio a pensare che il concetto di casa passiva non sia solo legato all'isolamento, ma si riferisca anche ad aspetti "attivi" (scusando il gioco di parole) come sistemi di riscaldamento solare, pompe geotermiche ecc.?
Cio? si pu? pensare ad una casa passiva pi? efficiente di un'altra in cui lo strato di isolante ? un po' meno e c'? qualche sistema tecnologico in pi??

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: Casa passiva
« Risposta #17 il: 03 Febbraio 2010, 15:53:47 »
Scusate, ma sbaglio a pensare che il concetto di casa passiva non sia solo legato all'isolamento, ma si riferisca anche ad aspetti "attivi" (scusando il gioco di parole) come sistemi di riscaldamento solare, pompe geotermiche ecc.?
Cio? si pu? pensare ad una casa passiva pi? efficiente di un'altra in cui lo strato di isolante ? un po' meno e c'? qualche sistema tecnologico in pi??
La casa passiva si riferisce al fatto che sia completamente autonoma nel suo funzionamento, quindi una casa ben isolata e funzionante completamente mediante impiantistica che utilizza energie alternative.
Ciao paolo

Offline Marco Rossi

  • ANABgroup
  • Advanced member
  • ***
  • Post: 108
Re: Casa passiva
« Risposta #18 il: 03 Febbraio 2010, 15:58:04 »
Ok, ma una casa che basi la sua autosufficienza non solo sull'isolamento (magari non portato all'estremo) ma su un insieme di impianti che limiti quasi a zero i consumi ? comunque da considerare una casa passiva?

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: Casa passiva
« Risposta #19 il: 03 Febbraio 2010, 17:01:10 »
Ok, ma una casa che basi la sua autosufficienza non solo sull'isolamento (magari non portato all'estremo) ma su un insieme di impianti che limiti quasi a zero i consumi ? comunque da considerare una casa passiva?

Una casa pu? essere passiva se ? autonoma rispetto all'energia necessaria per farla funzionare...
Per assurdo pu? essere passiva una casa isolata malissimo ma strapiena d'impianti che producano energia dalle rinnovabili.
Se ad  una casa degli anni 50 in classe G si installano 50 kw di fotovoltaico diventa passiva.
Paolo

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re: Casa passiva
« Risposta #20 il: 04 Febbraio 2010, 09:16:39 »
Se torniamo alla definizione di coloro che hanno "inventato" la definizione di CASA PASSIVA cio? i colleghi della Germania, e in particolare Dr.Wolfgang Feist (Direttore del PassivHausInstitut a Darmstadt) allora appare la definizione dei famosi 15 kWh/(m2a) che non si devono superare (se raggiungi 15,1....sei espulso dal club dei privileggiati  :Wh: ).....e chiaramente ufficialmente non sono ammessi fonti di riscaldamento ma solo la famosa macchina dei miracoli, la areazione di confort (ex-controllata-forzata......ma gi? ? un miracolo mediatico di aver occupato il termine "passiva" con tanto di positivo, che almeno la vecchia areazione controllata-forzata doveva sparire....e diventare di CONFORT).

Se poi in realt? non ti bastano le famose 4 candeline per riscaldare la tua casa unifamiliare (come te lo aveva promesso il tecnico specializzato in case passive)....e anche le 4 amiche che hai invitato a giocare a carte (....non per il gioco, ma anche loro producono energia e ti riscaldano gratis la tua casa).......allora incominci a guardarti intorno nei mercati brico nel reparto delle stufette elettriche (..non si sa mai  :W": ).

Le 4 candeline con le 4 amichette non me le sono inventate io (non sono cos? cattivo  :xx)....ma lo ho sentito 50.000 volte ai congressi specializzati di case passive, sia all?estero, che qui da noi in Alto Adige.

Visto per? che le case passive sono anche un business il collega "teotonico" si occupa anche dei paesi di terzo mondo energetico....cio? l?Italia....che si ? alzata come la Fenice dalle ceneri, svegliata dai -10? che si raggiungono ormai anche a sud di Bolzano.

E per loro ecco la nuova bibbia: http://www.passivhaustagung.de/Passive_House_E/PH_MedClim/PH_SouthWestEurope_Sample.pdf

Per chi volesse approfondire le parole del Guru della casa passiva, Dr.Feist ecco il suo sito (anche in inglese): http://www.passiv.de/


Dal vostro architetto "attivo"
Dietmar
p.S.: Purtroppo non faccio parte di questo club degli architetti privileggiati "passivi", perch? ho oltrepassato la soglia, costruendo la nuova sede della NaturaliaBau, che produce pi? energia di quello che consuma, e cos? il famoso "PLUSENERGIEHAUS"......accidenti non mi sono fermato in tempo  :xt:

 :**: Che schifo questo mondo, dovo giudicano la tua creativit? in base ai kwh e non alla capacit? di aver realizzato il sogno di tuo committente e anche tuo come architetto.
 :**: Che schifo questo mondo, dove gli architetti hanno fatto sparire il rotolo di carta semitrasparente dalla schrivania per dar spazio al nuovo computer con il programma di simulazione energetica
 :**:  Che schifo questo mondo, dove l?architetto quando sogna il suo futuro progetto vede apparire solo materiali di coibentazione e "macchine" che alimentano la casa e non la LUCE che cade dai muri, la PROPORZIONE tra vuoto e pieno, il DIALOGO tra alto e basso, fuori e dentro, chiaro e scuro, caldo e freddo

Bene a sto punto vado a  :a:

Offline d.battistoni

  • Delegato ANAB
  • Newbie
  • *****
  • Post: 9
  • Sesso: Maschio
Re: Casa passiva
« Risposta #21 il: 05 Febbraio 2010, 23:56:18 »
Aggiungo la considerazione che ogni valutazione in merito alla effettiva sostenibilit? del costruire passa per l'accertamento che ogni sforzo sia stato fatto innanzitutto per usare materiali locali, filiera corta, materie rinovabili ed inocue per la salute e l'ambiente, durevoli e confortevoli... e non dimentichiamo il "bello" dell'Architettura, nutrimento per lo spirito e atto di rispetto nei confronti del paesaggio e dei nostri simili.
Duccio Battistoni

Offline dietmar

  • ANABgroup
  • Hero member
  • ***
  • Post: 205
  • Sesso: Maschio
  • Architetto
Re: Casa passiva
« Risposta #22 il: 06 Febbraio 2010, 00:54:44 »
Una casa pu? essere passiva se ? autonoma rispetto all'energia necessaria per farla funzionare...
Per assurdo pu? essere passiva una casa isolata malissimo ma strapiena d'impianti che producano energia dalle rinnovabili.
Se ad  una casa degli anni 50 in classe G si installano 50 kw di fotovoltaico diventa passiva.
Paolo

.....intendi una casa tipo questa?