Autore Topic: La casa Biocompatibile ed antisismica  (Letto 3260 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Raffaella D'Ambra

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
  • Sesso: Femmina
    • www.rdroma.wordpress.com
La casa Biocompatibile ed antisismica
« il: 29 Luglio 2009, 05:20:43 »
Stiamo entrando un un ventaglio di materiali e metodi edilizi biocompatibili, del recupero se ne parla ben poco specie dal punto di vista di adeguamento ma dopo l'accadimento aquilano d a Bioedile mi sono concentrata sul dilemma "dove finisce la sicurezza abitativa in bioedilizia?" ed in quale limite esso ci sostiene di fronte ad un territorio sismico e sempre di pi?, come anche il problema delle economie.
Trovo compatibile l'adeguamento di case e paesaggi alla sicurezza che una casa ci deve offrire, magari con applicazione delle reti elettrosaldate, ma non mi ? ben chiara la resa strutturale dal punto di vista moderno..mi piacerebbe realizzare dei mattoni artigianali oltretutto ma sono seriamente preoccupata sulle alternative o metodologie valide al fine antisismico se non con i moduli biocompatibili preassemblati. Il mattone artigianale resister? magari con un masso murario modello romano, e l'insieme?
Quale ? il comportamento delle case in balle di fieno? Saltai un week-and formativo non per mia volont? quindi sul posto non ho assitito a nulla tanto meno di avere rapporti diretti con chi di esperienza ne ha ma queste sarebbero state le mie osservazioni, i limiti territoriali o il progetto da realizzare nell'ottica di medio alta sismicit?.
Obiettivo, ? possibile dedicare uno spazio esclusivo al comportamento sismico del costruito, interventi, materiali, progetti etc. Io mi rendo disponibile a realizzare parti per il manufatto artigianalmente qualora fosse possibile e carente, magari anche sollevando le basi sopra delle piastre di contenimento per le onde. Ho una idea di come realizzare le pareti anche, nulla di testato chiaramente :D>:
rd

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: La casa Biocompatibile ed antisismica
« Risposta #1 il: 29 Luglio 2009, 11:16:47 »
Gentile Signora Raffaella,
mi appresto a costruire una casetta "post and beam" e il problema dell'antisismicit? mi rende difficile ogni scelta sui materiali da impiegare e sulle modalit? costruttive da adottare.
L'antisismicit? ? uno degli elementi centrali delle mie incertezze poich? non ho alcun elemento, se non ci? che mi suggerisce l'intuito, per affermare che una casa con intelaiatura in legno resista ad un evento sismico di rilievo. Posso pensare che sia tutto collegato alla scelta di un resistente sistema di collegamento delle travature e/o alle accortezze adottate in fase di costruzione .... Ma mi posso tranquillamente sbagliare.
Dunque sarei interessato a conoscere di pi? e spero di leggere presto a proposito tanto da dipanare i miei interrogativi.
Saluti
Sergio Di Tizio
   

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: La casa Biocompatibile ed antisismica
« Risposta #2 il: 29 Luglio 2009, 15:48:48 »
Stiamo entrando un un ventaglio di materiali e metodi edilizi biocompatibili, del recupero se ne parla ben poco specie dal punto di vista di adeguamento ma dopo l'accadimento aquilano d a Bioedile mi sono concentrata sul dilemma "dove finisce la sicurezza abitativa in bioedilizia?" ed in quale limite esso ci sostiene di fronte ad un territorio sismico e sempre di pi?, come anche il problema delle economie.
Trovo compatibile l'adeguamento di case e paesaggi alla sicurezza che una casa ci deve offrire, magari con applicazione delle reti elettrosaldate, ma non mi ? ben chiara la resa strutturale dal punto di vista moderno..mi piacerebbe realizzare dei mattoni artigianali oltretutto ma sono seriamente preoccupata sulle alternative o metodologie valide al fine antisismico se non con i moduli biocompatibili preassemblati. Il mattone artigianale resister? magari con un masso murario modello romano, e l'insieme?
Quale ? il comportamento delle case in balle di fieno? Saltai un week-and formativo non per mia volont? quindi sul posto non ho assitito a nulla tanto meno di avere rapporti diretti con chi di esperienza ne ha ma queste sarebbero state le mie osservazioni, i limiti territoriali o il progetto da realizzare nell'ottica di medio alta sismicit?.
Obiettivo, ? possibile dedicare uno spazio esclusivo al comportamento sismico del costruito, interventi, materiali, progetti etc. Io mi rendo disponibile a realizzare parti per il manufatto artigianalmente qualora fosse possibile e carente, magari anche sollevando le basi sopra delle piastre di contenimento per le onde. Ho una idea di come realizzare le pareti anche, nulla di testato chiaramente :D>:


Ogni tecnologia costruttiva ha le sue caratterizzazioni portanti ed antisismiche.
Purtroppo ho spesso a che fare con ingegneri e devo dire che mi stupiscono sempre pi? per la loro non capacit? di affrontare problemi antisismici e strutturali con inventiva e progettazione.
Da quando ? stato inventato il cemento armato gli ingegneri si sono fossilizzati sulla statica e non sulla dinamica...
Pochissimi di loro usano i materiali con tutte le loro caratteristiche (es. una muratura in mattoni preferiscono irrigidirla con travi e pilastri in C.A. oppure una struttura in paglia la vedono come parte isolante e non con le sue caratteristiche portanti).
Per affrontare questo tema bisognerebbe definire di che osa si vuol parlare altrimenti ogni materiale ha le sue differenti modalit? sia strutturali che portanti.
Il mattone tiene tanto quanto il cemento armato se non di pi? dato che la struttura non ? un blocco rigido ma una struttura con un minimo di grado di assorbimento strutturale dato dai giunti di malta.
Ciao paolo

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: La casa Biocompatibile ed antisismica
« Risposta #3 il: 29 Luglio 2009, 18:38:30 »
Carissimo Paolo,
la mia vuole essere una domanda precisa e puntuale: << Una struttura di legno di un solo piano, con tetto in legno, dove sia stato studiato un BUON sistema di tenuta tra una trave e l'altra (magatri con qualche "croce di Sant'Andrea" di rinforzo, garantisce o no la tenuta di fronte ad un evento sismico del tipo Aquilano? >>
Chiedo venia se sto facendo una domanda la cui risposta ? banale e scontata ma se uno una cosa non la sa non pu? che chiedere.
Grazie per la gentile e paziente disponibilit?
Sergio Di Tizio

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: La casa Biocompatibile ed antisismica
« Risposta #4 il: 31 Luglio 2009, 10:39:48 »
Carissimo Paolo,
la mia vuole essere una domanda precisa e puntuale: << Una struttura di legno di un solo piano, con tetto in legno, dove sia stato studiato un BUON sistema di tenuta tra una trave e l'altra (magatri con qualche "croce di Sant'Andrea" di rinforzo, garantisce o no la tenuta di fronte ad un evento sismico del tipo Aquilano? >>
Chiedo venia se sto facendo una domanda la cui risposta ? banale e scontata ma se uno una cosa non la sa non pu? che chiedere.
Grazie per la gentile e paziente disponibilit?
Sergio Di Tizio


Il legno sismicamente funziona meglio di qualsiasi altro materiale da costruzione tradizionale, meglio anche dell'acciaio. Questo ? dovuto alle caratteristiche del materiale che essendo composto da fibre riesce a dissipare meglio l'evento sismico.
Non per nulla la ricostruzione in abruzzo viene fatta con struttura portante in legno.
Per case da uno due tre o quattro piani il legno ? quasi imbattibile a livello sismico. Molti testi lo dimostrano.
Vedi filmati di simulazioni antisismiche di un progetto italiano condotte a Kobe in Giapppone sulla piattaforma vibratoria pi? grande del mondo.

Simulazione sisma Kobe su edificio 7 piani in legno (c)Ivalsa


qui un edificio in struttura portante in legno di sette piani ? stato testato con in sequenza i tre pi? disastrosi terremoti successi nel mondo e si vede il comportamento flessibile del legno che non subisce praticamente danni.

Simulazione sisma di Nocera Umbra su edificio 3 piani in legno (c)Ivalsa


sempre stesso progetto qui si vede la prova su di un edificio di tre piano con simulato il terremoto di Nocera Umbra di qualche anno f?.
L'edificio NON HA SUBITO ALCUN DANNO STRUTTURALE.

ciao Paolo