Autore Topic: Re: progetto casa ecologica  (Letto 56805 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #15 il: 25 Giugno 2009, 20:48:17 »
La ragione principale ? che l'allestimento di un cantiere obbliga ad una continuit? di presenza che va in qualche modo garantita ed io attualmente abito a Vasto (70 Km dal posto).
Altra ragione ? che, al contrario di Berlusca, ancora una volta mi accingo a "fare di necessit? virt?" tirandomi su le maniche e lavorando in prima persona di "pala e piccone" per realizzare qualcosa di concreto poich? l'opzione  "impresa e chiavi in mano" non me la posso permettere.
Per quello che riguarda le tecniche di costruzione da adottare per la mia costruzione, credo di aver visto tutti i filmati che si sono prodotti fino ad oggi e di averli studiati molto nel dettaglio ... in altre parole mi sentirei quasi pronto a provare (con qualche aiuto) a iniziare.
Uno di questi aiuti, importantissimo, ? quello di conoscere la mescola da allestire per l'intonacatura, esterna ed interna; quella cosiddetta "di argilla".
Se qualcuno ha esperienza nel merito e me ne vuole suggerire i componenti, gle ne sar? grato.
Mi riservo di farvi avere uno schizzo del progetto, subito e, a seguire, materiale fotografico dell'avanzamento dei lavori.
Grazie
Sergio Di Tizio

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #16 il: 26 Giugno 2009, 09:10:59 »
La ragione principale ? che l'allestimento di un cantiere obbliga ad una continuit? di presenza che va in qualche modo garantita ed io attualmente abito a Vasto (70 Km dal posto).
Altra ragione ? che, al contrario di Berlusca, ancora una volta mi accingo a "fare di necessit? virt?" tirandomi su le maniche e lavorando in prima persona di "pala e piccone" per realizzare qualcosa di concreto poich? l'opzione  "impresa e chiavi in mano" non me la posso permettere.
Per quello che riguarda le tecniche di costruzione da adottare per la mia costruzione, credo di aver visto tutti i filmati che si sono prodotti fino ad oggi e di averli studiati molto nel dettaglio ... in altre parole mi sentirei quasi pronto a provare (con qualche aiuto) a iniziare.
Uno di questi aiuti, importantissimo, ? quello di conoscere la mescola da allestire per l'intonacatura, esterna ed interna; quella cosiddetta "di argilla".
Se qualcuno ha esperienza nel merito e me ne vuole suggerire i componenti, gle ne sar? grato.
Mi riservo di farvi avere uno schizzo del progetto, subito e, a seguire, materiale fotografico dell'avanzamento dei lavori.
Grazie
Sergio Di Tizio

Purtroppo non posso esserti utile in quanto non conosco la tecnica della costruzine in paglia.
Ad una cosa penso tu debba stare attento, cio? alla stabilit? superficiale del muro in paglia all'esterno.  Non intendo stabilit? strutturale, ma stabilit? dell'ultimo strato esterno a contatto con gli agenti atmosferici. Questo perch? come nel cappotto in fibra di legno rasato con collanti con l'andare del tempo si creano delle microfessure che snervano lo strato verso l'esterno delle fibre di legno facendolo gonfiare e quindi creando dei piccoli collassamenti tra pannello e pannello che con il tempo aumentano.
Penso che la paglia abbia  problematica simile e quindi sarebbe il caso di capire bene quali tecniche adottano per lo strato all'esterno.
Punto fondamentale comunque ? quello di staccare di almeno 50 cm da terra il muro in paglia cos? da proteggerlo da qualsiasi agente tipo piogga.
Spero qualcun'altro possa darti notizie riguardo ai sistemi.
BUona lavorata  :w:  :B:
Paolo

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #17 il: 26 Giugno 2009, 22:18:18 »
Caro Paolo  :cx:
Non importa non avere esperienza: basta approcciare con metodo e ragionevolezza! Se mettiamo insieme la mia incosciente fantasia e la tua professionale ragionevolezza ce la facciamo!
Eccoti la mia casa alle prime due fasi di costruzione: la base (che ? ad elle: in fondo a ds c'? un vano destinato ad un bagno) potrebbe anche essere in cemento (faccio subito a "smantellare" poich? si tratta solo di simulazione grafica) e la parte portante ? in studio. A seguire "costruir?" anche la struttura portante del fronte e il cordolo di sostegno del tetto.
Cosa ne pensi?
« Ultima modifica: 27 Giugno 2009, 12:20:19 da sergiosono »

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #18 il: 26 Giugno 2009, 22:19:55 »
e questa ? la seconda fase dei lavori:

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #19 il: 28 Giugno 2009, 02:18:40 »
....e questa ? la terza.
Si chiude la perimetratura "muraria" con un cordolo in legno e il tutto viene tenuto da un sistema di fasce, che legano la base con la cordolatura, e con dei paletti conficcati tra i vari "mattoni" che rendono il tutto solidale.
La parte frontale porta un'ampia finestra e l'ingresso e c'? poco muro (poca paglia)...
Che faccio, continuo?
Sergio

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #20 il: 28 Giugno 2009, 09:31:21 »
Caro Paolo  :cx:
Non importa non avere esperienza: basta approcciare con metodo e ragionevolezza! Se mettiamo insieme la mia incosciente fantasia e la tua professionale ragionevolezza ce la facciamo!

Attenzione per? che comunque il progetto dovr? essere poi verificato e firmato da un professionista, per cui noi possiamo darti una serie di suggerimenti di merito, ma sar? poi il professionista finale ad assumersi la responsabilit? delle scelte... per fare un paragone nautico, se intendi farti portare in barca da un luogo ad un altro noi possiamo suggerirti l'itinerario, indicarti quale barca scegliere, ecc., ma chi si deve assumere la conduzione della barca e deve verificare di non andare a scogli, di non rimanere senza carburante, di avere le dotazioni di sicurezza a bordo ecc. ? comunque uno skipper esperto, che sar? il vero responsabile della tua sicurezza ...

Citazione
Eccoti la mia casa alle prime due fasi di costruzione: la base (che ? ad elle: in fondo a ds c'? un vano destinato ad un bagno) potrebbe anche essere in cemento (faccio subito a "smantellare" poich? si tratta solo di simulazione grafica) e la parte portante ? in studio. A seguire "costruir?" anche la struttura portante del fronte e il cordolo di sostegno del tetto.
Cosa ne pensi?


Dunque si tratta di struttura con muratura portante in paglia? capisco bene? Quale spessore delle pareti hai pensato? Hai pensato gi? ai dettagli costruttivi della parete? Quali modalit? di finiture pensi di utilizzare?
Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #21 il: 28 Giugno 2009, 15:37:20 »
La dovuta premessa di questo discorso ? che chi parla si appoggia direttamente alla sua inventiva e prende come spunto di riferimento altrui esperienze, conosciute attraverso internet, delle quali poco conosce e che non pu?, oggettivamente, verificare.
Il mio progetto prevede una piccola costruzione di un solo ambiente pi? il bagno, fatto con "muro" portante di paglia. Le dimensioni sono una conseguenza del materiale impiegato: la "parete" sar? quella della misura di base della balla (= 50 x 100 di base e 40 -:- 45 di altezza), sovrapposte fino a raggiungere un altezza congrua (almeno 2,5 mt).
Il concetto ? di costruire con materiale ecosostenibile e magari maggiormente resistente ad eventi sismici; confortevole ed adatto a viverci.
Allego una foto di una casa che rappresenta bene questa tipologia.
Certo sono anch'io perplesso ed ? per questo che sottopongo i miei interrogativi a persone esperte quali voi siete.
Il rivestimento sarebbe fatto con una copertura di rete elettrosaldata tutt'intorno (dentro e fuori), ben legata al "muro" di paglia e intonacata di una malta di terra cruda e...... (devo ancora sapere cosa).

Offline paolo.boni

  • Delegato ANAB
  • Hero member
  • *****
  • Post: 538
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #22 il: 29 Giugno 2009, 09:33:21 »
Cos? per iniziare devi assolutamente stare attento a staccare da terra le murature ed evitare l'umidit? di risalita.
Poi si dovrebbe capire come strutturalmente si riesca a tenere legata la struttura delle balle di paglia per renderle antisismiche (qui purtroppo non so darti consiglio) la terra cruda ha anch'essa le sue caratteristiche da dover rispettare, prima fra tutte tarare gli sporti di gronda in maniera adeguata per proteggere dall'acqua. Altro punto importante ? capire come proteggere la paglia da eventuali microorganismi che gli si possano formare una volta costruito il tutto. Oppure come proteggere la struttura dall'intervento di roditori o altri animali.
Queste le prime cose che mi vengono in mente. Per quanto riguarda la disposizione planimetrica degli spazi unica discriminante (oltre alle necessit?) ? l'orientamento solare.
Per le aperture a Sud pi? grandi sono meglio ? (occhio che non ci siano ombre portate di alberature sempreverdi o altro nelle vicinanze). Inoltre per le aperture dovresti tarare giusto il foro in base alla portata massima di luce che riesce a sopportare l'architrave. Ho visto alcuni errori sulle case in legno dove aperture troppo grandi con travetti in legno che fungevano da architrave si muovevano e crepavano i vetri.
Ciao Paolo

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #23 il: 29 Giugno 2009, 09:41:48 »
Cos? per iniziare devi assolutamente stare attento a staccare da terra le murature ed evitare l'umidit? di risalita.
...
la terra cruda ha anch'essa le sue caratteristiche da dover rispettare, prima fra tutte tarare gli sporti di gronda in maniera adeguata per proteggere dall'acqua.
Lo sporto ampio ? fondamentale anche per la paglia. Da dimensionare generosamente.

Citazione
Altro punto importante ? capire come proteggere la paglia da eventuali microorganismi che gli si possano formare una volta costruito il tutto. Oppure come proteggere la struttura dall'intervento di roditori o altri animali.
Se ben asciutta, la paglia non viene usualmente attaccata da animali, visto che non contiene nutrienti se non la lignina dello stelo. E' di fondamentale importanza che sia chiusa perfettamente senza varchi per l'ingresso di animali.
Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #24 il: 29 Giugno 2009, 10:44:00 »
Se ben asciutta, la paglia non viene usualmente attaccata da animali, visto che non contiene nutrienti se non la lignina dello stelo. E' di fondamentale importanza che sia chiusa perfettamente senza varchi per l'ingresso di animali.

E, naturalmente, che sia perfettamente compressa, in modo anche da limitare l'eventuale facilit? di penetrazione di animali anche in caso di aperture occasionali.
Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #25 il: 03 Luglio 2009, 11:22:59 »
Chiedo scusa per aver usato un altro ambito per la mia richiesta di spiegazioni; volevo usare quella "pagina" che avevate dedicato agli imbranati come me e, non avendola trovata, ho optato per l'altra area.
Lo schizzo di cui parlo ? di 604 Kb (avevo pensato ad una questione di pesantezza del file e l'ho ridotto fino a questi livelli)
Siccome abbiamo privilegiato l'ipotesi di una prima abitazione che consentisse un veloce insediamento e non abbiamo minimamente parlato di ci? che avevo in mente per la soluzione definitiva, volevo coprire questa lacuna e mostrarvi un mio appunto: ho pensato ad una struttura portante di ferro, che garantisca la stabilit? antisismica.
Ho pensato anche ad una base perimetrale in muratura per staccare dal pavimento la paglia (che comunque verr? impiegata) e ad adeguati isolamenti degli strati (muratura ?paglia - tetto) e anche di irrobustimento delle pareti perch? sopportino pensili da cucina, quadri, mensole, specchi, arredo bagni ecc. a garanzia anche da inconvenienti di invasione di animali e/o insetti.
Il tetto, infine, l?ho pensato assolutamente coibentato al caldo e al freddo.
Lo schizzo che sto tentando di allegare (e non ci riesco) mostra in sintesi le soluzioni proposte. Speriamo bene!

Offline forumANAB

  • Amministratore
  • Advanced member
  • *****
  • Post: 159
  • Amministratore del forum
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #26 il: 06 Luglio 2009, 09:49:05 »
Allora, inserisco l'immagine inviata dall'utente, visto che il caricamento dei jpg pare non funzionare.
Nell'attesa della risoluzione del problema, che spero imminente, l'immagine ? caricata come pdf.

Un cordiale saluto

Forumanab

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #27 il: 07 Luglio 2009, 20:27:16 »
Grazie all'Amministratore per il suo cortese intervento. I miei reiterati tentativi di inserire lo schizzo in questione sono falliti sistematicamente e solo un aiuto da esperti poteva risolvere. Ora mi aspetto che anche lo schizzo passi al vaglio di esperti a cui rivolgo preghiera di essere spietatamente sinceri!
Ripensare un progetto ? meglio che accorgersi delle cavolate pensate solo alla traduzione in pratica delle stesse.
Di nuovo grazie a tutti.
Sergio Di Tizio

Offline Paolo M. Callioni

  • Giunta ANAB
  • Hero member
  • ***
  • Post: 714
  • Sesso: Maschio
    • Paesaggio e architettura rurale
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #28 il: 07 Luglio 2009, 20:52:01 »
Per quello che posso pensare io mi pare una strutturazione muraria molto complessa (e costosa), e poco convincente.
I modelli usati per le case di paglia sono sostanzialmente due:

  • post and beam
  • load bearing

Nel primo caso la paglia funge da isolante e viene inserita in un sistema strutturale costituito da altri materiali (tipicamente legno). Il modello ? di fatto una evoluzione del classico baloon frame.

Nel secondo caso la paglia svolge una funzione strutturale, ed ? portante.

Ci? premesso, e tenuto conto che nella progettazione delle case in paglia si deve fare attenzione ad evitare ogni fonte di umidit?, bisogna fra l'altro evitare che elementi a contatto con la paglia che possono avere modificazioni termiche rilevanti possano produrre effetto condensa, favorendo l'accumulo di umidit?.

Personalmente mi pare molto rischioso l'uso di travi metalliche. Analogamente, nelle case in paglia si usa tipicamente la terra cruda come intonaco, proprio perch? tale materiale pur traspirante - pi? della muratura in tavelloni (tavelloni?) - non favorisce in genere problemi di condensa.

Inoltre, quando seguirai (cosa che ormai che sei dei nostri non ti puoi esimere dal fare) un corso ANAB (modulo A) imparerai che l'acciaio e il ferro producono campi magnetici che ? meglio evitare in una residenza.

Dunque mi permetterei di suggerirti meglio una struttura in legno (modello post and beam) con murature in paglia o calce, ed eventualmente una porzione di muratura interna per garantire la massivit? richiesta anche dalla 192. Oltretutto fare una casa in paglia significa costruire una struttura semplice ed economica, se pensi di fare una cosa molto complessa allora forse dovresti ripensare i materiali.

Mi pare molto interessante questo domanda e risposta con la risposta sull'uso, ad esempio di pilastri in blocchi di calcestruzzo:

Citazione
When building post and beam in straw bale, what if I substitute concrete block columns for the wooden posts? Will they draw moisture into the straw?
? Tim Holland
Arnold, Missouri

They could. However, the usual practice is to wrap any structural member (wood, concrete block, steel) with felt or roofing paper to keep any moisture from condensation on steel ? or moisture that might be drawn out of the plaster or stucco or concrete ? away from the straw. A moisture barrier such as plastic probably isn't the best solution for wrapping the structural members because moisture also tends to condense and collect on it.

Straw bale construction is based on the age-old practice of building with what you have at hand. Concrete-block columns have been used as structural elements in straw bale buildings. They?re often chosen because the blocks can be readily found or salvaged, or can be purchased at an affordable cost.
? Joyce Coppinger, managing editor and publisher of The Last Straw

Concrete draws water & so can cause molding of the straw. You could coat the blocks with bentonite clay or other basement waterproofer to prevent water-draw.. I built a heater house of straw bales & used concrete slabs from a decorative sidewalk for the floor. If I hadn't left a few inches of space between the slabs & filled it with gravel, the amount of water those slabs draw would have ruined the straw bales long ago. Luckily, where I did have some water/mold damage, I cleanedout the damage & packed in chopped flax straw mixed with borax & that stopped the problem for me. A side-benefit - the borax-flax straw chop also stopped the mice that had been coming in
.
Paolo M. Callioni
www.paesaggio.net
Studio Agricoltura, Paesaggio e Territorio
Ubuntu 12.04LTS - Linux is better

Offline sergiosono

  • Advanced member
  • ****
  • Post: 80
  • Sesso: Maschio
Re: progetto casa ecologica
« Risposta #29 il: 07 Luglio 2009, 23:39:00 »
Carissimo Paolo,
Sicuramente vorr? seguire il corso che mi consigli... Sicuramente lo far?!
Come vedi, a volte dare pi? giri di vite al proprio "spremitore di meningi", specialmente in caso di mancanza di conoscenze specifiche, pu? dare un esito non proprio positivo. Prendiamola come una occasione utile ad imparare qualcosa e, torniamo al punto di partenza.
Una cosa ? sicuramente condivisibile: sul progetto possiamo fare tutti gli errori che vogliamo! A patto che essi ci diano spunto e opportunit? di arrivare all'ultima versione con un piano adatto e ben studiato.
Con questo voglio dire che ho cancellato dalla mia mente tanto la "sola paglia" quanto l'uso di ferro e tavelloni.... "ricominciamo da tre!" Presto vi sotttoporr? un nuovo schizzo.
Di nuovo grazie e... a presto!
Sergio